Laura de Cesare

Laura de Cesare è nata a Milano e da più di 30 anni vive e lavora a Pisa.
Nel suo laboratorio di tessitura progetta e produce opere tessili e pezzi unici per l’arredamento e l’abbigliamento, privilegiando le fibre naturali, in particolar modo il lino, la seta, il cachemire ed altre lane pregiate. Ciò che la affascina degli intrecci tessili è l’estrema sintesi del loro linguaggio tecnico, il loro “codice” e la loro tridimensionalità. In questo ambito, libera dalle regole imposte dalla realizzazione di oggetti d’uso, si esprime costruendo tessuti che occupano lo spazio come sculture.
Parte del suo lavoro è poi rivolta allo studio ed all’elaborazione contemporanea di intrecci tessili antichi e di tradizione popolare e promuove, dove possibile, l’utilizzo della filiera corta realizzando manufatti con fibre tessili e coloranti italiani, soprattutto lane autoctone toscane e italiane in genere.

Da qualche anno parte della produzione del Laboratorio è rivolta all’alta Moda per cui realizza disegni, progetti, campionature e piccole produzioni di tessuti a mano di alta gamma.
Laura crede fermamente nell’importanza della ricerca, dello studio e della divulgazione del sapere come base per promuovere e sviluppare l’alta qualità della produzione artistica ed artigianale. È proprio in questo spirito che il suo laboratorio diventa una scuola, in cui progetta e conduce corsi di approccio alla progettazione tessile ed alla pratica della tessitura rivolti a tutti, addetti ai lavori, appassionati e curiosi. E’ disponibile ad insegnare in tutte le scuole che la richiedono, dalla Scuola Materna all’Università. Oggi è docente di merceologia tessile presso l’Istituto Modartech di Pontedera.  Nel dicembre 2019 ha ricevuto la qualifica di Maestro Artigiano e ora sta operando affinché il suo Laboratorio diventi Bottega Scuola.

Gianluca Salvadori

Il Maestro Artigiano Gianluca Salvadori nasce a Pontedera  e si diploma al Liceo Artistico di Lucca.  Naturalista appassionato, fin da bambino cerca di applicare la sua naturale capacità  scultorea al servizio della conservazione dei piccoli animali che ritrova deceduti per cause  naturali e/o incidenti tra le campagne della Valdera; si avvicina così alla tecnica della  tassidermia, l’evoluzione della più antica arte dell’imbalsamazione, iniziando la sua  esperienza su un uccellino, trovato morto per strada, recuperando la pelle naturale ed  applicandola su calco progettato e realizzato secondo un preciso schema di misurazione del piccolo animale e tecnica di recupero del piumaggio naturale. Nel tempo la produzione  di animali tassidermizzati dal Maestro diventa l’anima del Museo Zoologico di Villa Baciocchi, realizzato interamente con la produzione faunistica di Gianluca Salvadori (oltre 400 esemplari esposti). Ha ricevuto riconoscimenti internazionali nell’ambito della
tassidermia scientifica (European taxidermy Federation), ed è esperto in modellistica, progettazione diorami, sculture, disegno, ricostruzioni scenografiche. Affianca alla capacità artigianale la conoscenza di programmi specifici per la progettazione dei percorsi museali e mostre culturali. Ha un ottima conoscenza dell’anatomia animale e umana e una conoscenza approfondita delle specie animali e botaniche.