On line i corsi universitari per gli artigiani

Gli artigiani potranno seguire on line corsi universitari di aggiornamento altamente qualificati e pensati su misura per le loro esigenze.  Grazie all’accordo fra Artex (Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana)  e Università Mercatorum (l’Ateneo telematico fondato dalle Camere di Commercio), gli oltre 100.000 addetti delle circa 20.000 imprese artigiane toscane e i giovani professionisti del settore possono partecipare a dieci corsi brevi per l’aggiornamento professionale e la cultura d’impresa.

Ciascun corso, gratuito e online, potrà essere fruito da computer, tablet e mobile in completa autonomia, andando quindi incontro alle necessità di flessibilità degli artigiani e degli imprenditori. Ci saranno poi 5 momenti seminariali in cui verranno approfondite tematiche legate ai corsi. Ogni corso ha un corrispettivo in CFU (Credito formativo universitario) che sarà riconosciuto come valido nei Corsi di laurea dell’Università e servirà per abbreviare il percorso di studi di quegli artigiani che vogliono iniziare o proseguire gli studi universitari.

I corsi attivi sono Valutazione delle performance aziendali; Industria 4.0 e digitalizzazione; Internazionalizzazione di impresa e nuovi mercati; Scienze e tecnologie enogastronomiche; Proprietà intellettuale, marchi e brevetti; Narratologia e storytelling; Comunicazione e nuovi media; Management del turismo e del Made in Italy; Design e progettazione del Made in Italy; Strategie e marketing.

Il progetto è promosso dalla Regione Toscana in collaborazione con Confartigianato e CNA Toscana.

“L’università telematica delle Camere di commercio, un ateneo speciale che è stato creato dalle imprese per le imprese, ha messo a punto questo catalogo di corsi su misura per Artex – spiega il presidente del Centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana, Giovanni Lamioni – Abbiamo indicato noi quali sono i fabbisogni di innovazione e di aggiornamento dei nostri artigiani per offrire loro la formazione specifica che effettivamente serve. Un approccio universitario, quindi altamente qualificato e solido da un punto di vista accademico, ma anche estremamente pratico: gli artigiani possono andare finalmente a scuola e imparare come si digitalizza un processo, come ci si muove sui mercati internazionali, quali sono le migliori strategie di marketing per i prodotti di artigianato artistico, come si misura e si migliora l’organizzazione aziendale.Con questo accordo proviamo a colmare il gap di cultura dell’innovazione e aziendale che troppo spesso penalizza i risultati di piccole imprese eccellenti nella manifattura artistica e tradizionali, ma deboli nell’affrontare le nuove sfide dei mercati. E poi, chi lo vorrà e si appassionerà, potrà anche decidere di far valere i crediti formativi acquisiti con questi corsi e arrivare fino al termine del percorso, prendendo la laurea”.

“Il nostro Ateneo nasce proprio al fine di offrire continuità e accesso alla formazione di coloro che rappresentano il tessuto aziendale del territorio – evidenzia Il Magnifico Rettore di Università Mercatorum Giovanni Cannata. “Attraverso la nostra piattaforma, gli artigiani potranno studiare e apprendere insegnamenti universitari in modalità telematica da qualunque dispositivo in qualunque momento. Vogliamo confermarci come Ateneo delle imprese e del lavoro che facilita l’innovazione e l’apprendimento continuo. Grazie a questa collaborazione con Artex, Regione Toscana e CNA Toscana, la conoscenza è ancora più a “portata di mano” degli artigiani”.

“Ciò che fa fare il salto di qualità da artigiano a imprenditore – spiega Stefano Ciuoffo, Assessore regionale alle Attività produttive – è la formazione. Perchè oggi non basta solo il ‘saper fare bene’ per un artigiano: per far sì che la propria opera di ingegno e manualità possa diventare una attività imprenditoriale occorre dotarsi delle conoscenze su tutto ciò che è ricompreso nell’ampia sfera della conduzione di una azienda, seppur piccola, e del suo contesto. Dalle strategie per meglio vendere il proprio prodotto alle innovazioni sul processo produttivo possibili grazie alle nuove tecnologie, tutti questi temi sono elemento essenziale di aggiornamento per chi vuole continuare migliorarsi e affrontare le evoluzioni del mercato che questi corsi potranno fornire”

Per informazioni:

Artex

via Giano della Bella, 20

50124 Firenze – Italy

Tel. +39.055.570627 – Fax +39.055.572093

www.artex.firenze.it

artex@artex.firenze.it

Corso per diventare tassidermista a Capannoli (Pi)

La Bottega Scuola del Maestro Artigiano Gianluca Salvadori propone il primo Corso per la formazione del tassidermista museale di primo livello; si tratta di un percorso articolato in tre giornate (16, 17 e 18 ottobre), per un totale di 24 ore, di cui 22 laboratoriali e 2 dedicate ad un introduzione teorica al settore della tassidermia museale. Il Corso prevede il rilascio di un attestato di frequenza e il relativo riconoscimento di conoscenze e competenze acquisite quale “Tassidermista Museale di primo livello”, una figura professionale in grado di saper utilizzare le tecniche e i materiali necessari per la preparazione di piccoli mammiferi ai fine dell’esposizione museale.

Le iscrizioni si chiuderanno il 30 settembre 2019.

Numero massimo degli iscritti : 5

Scarica il  form per l’iscrizione e il Piano delle attività.

Per informazioni scrivere a

formazione@naturaliter.com

Tel/Fax 0587 607300

NATURALITER S.R.L.

Piazza Castello 1-4 56033 Capannoli (PI)

 

A Volterra il corso per addetto alla lavorazione dell’alabastro

Fino al 23 febbraio sarà possibile iscriversi al corso gratuito per addetto alla lavorazione dell’alabastro promosso dalla Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, che promuove l’autonomia dei giovani. Le lezioni teoriche e quelle pratiche si terranno a Volterra (Pi), presso la Cooperativa Artieri dell’Alabastro in via E. Barsanti 28. Il corso è riservato ad un massimo di 12 giovani maggiorenni, inattivi, inoccupati o disoccupati . Per i cittadini stranieri è richiesta la conoscenza della lingua italiana. Nel caso in cui il numero di iscritti superasse il numero previsto (di almeno il 20%), vi sarà una selezione. Il percorso formativo avrà una durata complessiva di 900 ore in cui saranno insegnate materie quali: sicurezza nei luoghi di lavoro, tecniche di comunicazione, l’alabastro dalle origini alle moderne tecniche di lavorazione, disegno tecnico, pianificazione e approntamento di materiali e strumenti, realizzazione e rifinitura del manufatto, verifica e controllo del manufatto. Il corso prevede uno stage formativo di 380 ore. Le domande dovranno essere presentate compilando un modulo che è possibile richiedere alla mail  info@alabastrodisilvia.it, allegando la fotocopia del documento di identità e del codice fiscale, la fotocopia del permesso di soggiorno per gli stranieri e il certificato di conoscenza della lingua. Le domande potranno essere consegnate a mano entro le ore 13 del 23.02.2019 presso gli uffici della Cooperativa Artieri dell’Alabastro di Volterra in via E. Barsanti, 28,  56048 Volterra (PI),  spedite per raccomandata o per email all’indirizzo info@alabastrodisilvia.it.
Al termine del corso, che è a frequenza obbligatoria, dopo il superamento di un esame sarà possibile conseguire la qualifica di “Addetto alla lavorazione dell’Alabastro” ( 467 ).

Per maggiori informazioni : Cooperativa Artieri dell’Alabastro di Volterra, via E. Barsanti, 28  56048 Volterra (PI).  Tel 0588.86135 ; email:  info@alabastrodisilvia.it.

Scarica la locandina