Il bando per 20 tirocini nelle botteghe fiorentine dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte

Fino al 1 giugno sarà possibile per gli artigiani del settore artistico con sede operativa nel comune di Firenze e nella Città Metropolitana partecipare al bando “Tirocini in Bottega” dell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte OMA . Alle imprese artigiane dell’artistico che risulteranno beneficiarie saranno finanziati 20 tirocini formativi presso le botteghe. Potranno cioè ottenere un contributo a fondo perduto fino a 6.000 Euro per coprire i costi derivanti dalle attività di gestione e realizzazione dei tirocini, che dovranno avere una durata minima di sei mesi e massima di 1 anno. Lo scopo dell’iniziativa è quello di avvicinare le nuove generazioni a percorsi professionali che hanno un elevato contenuto di professionalità. L’esperienza all’interno della bottega artigiana rappresenta uno strumento importantissimo per la formazione e l’introduzione nel mondo del lavoro di giovani aspiranti artigiani.

Per informazioni contattare:

OMA Osservatorio dei Mestieri d’Arte

Via Bufalini, 6
50122 – Firenze
+39 055 5384964-965
info@osservatoriomestieridarte.it

Per Natale riapre Villa la Quiete a Firenze con lo storico presepe artigianale

Nei mesi di Dicembre e Gennaio apre al pubblico Villa La Quiete che custodisce importanti capolavori tra cui l’incoronazione della Vergine di Sandro Botticelli e bottega e la grande pala raffigurante il Matrimonio mistico di Santa Caterina di Ridolfo del Ghirlandaio, che è nuovamente esposta dopo lo straordinario restauro. Il percorso della visita comprende la farmacia seicentesca, le sale affrescate nel 1726 da Benedetto Fortini e il giardino all’italiana fatto realizzare dall’ultima granduchessa della famiglia dei Medici: Anna Maria Luisa (1667-1743), Elettrice Palatina. Nel periodo natalizio viene allestito il presepe storico che costituisce una testimonianza artistica dell’attività scultorea di artigiani toscani del XVIII secolo. Il presepe riporta gli elementi più interessanti del genere artistico legato alla costruzione scenografica della nascita di Gesù: le stoffe pregiate (seta e velluto) che rivestono i personaggi della scena, l’attenzione verso il dettaglio decorativo, la manifestazione dei sentimenti di stupore e ammirazione di fronte alla scena sacra.

Le visite si tengono alle ore 11 nei seguenti giorni:

  • 28, 29 Dicembre
  • 5, 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30 Gennaio

La Villa è in via di Boldrone 2 ed è  visitabile solo con visita guidata: l’ingresso è gratuito, il costo della visita guidata è di 5 euro a persona. È necessaria la prenotazione chiamando il numero di telefono: 055 2756444 nei giorni lunedì, martedì e giovedì, ore 9-13; mercoledì e venerdì, ore 9-17.  E’ possibile scrivere alla email: edu@sma.unifi.it.

La villa è di proprietà della Regione Toscana e rientra nel Sistema Museale d’Ateneo dell’Università di Firenze.

 

Nuove opportunità dall’Europa per l’artigianato artistico, grazie al progetto Crafting Europe

Crafting Europe è un progetto che ha lo scopo di migliorare ed innovare il settore dell’artigianato artistico e tradizionale nei paesi dell’ Unione Europea. Artex è il soggetto referente per l’Italia di questo programma e affiancherà gli artigiani interessati a migliorare le proprie competenze, anche digitali e ad individuare nuove opportunità e nuovi mercati; anche attraverso seminari professionali, lezioni, attività formative e collaborazioni tra designer, maker e artigiani. Particolare attenzione sarà rivolta alle nuove imprese e ai nuovi artigiani che vogliano sviluppare la propria carriera nel settore dell’artigianato artistico.

Supportato da Europa Creativa (programma che promuove la cultura dell’Unione Europea), il progetto Crafting Europe ha tre obiettivi principali :

  • Valutare l’importanza del settore e il suo impatto nell’economia italiana ed europea
  • Supportare e stimolare la crescita delle imprese di artigianato artistico e tradizionale
  • Individuare le maggiori sfide del settore ad oggi e i principali ostacoli nel futuro

E’ on line il sito del progetto: www.craftingeurope.com . Sono attive anche le pagine social del programma ( @craftingeurope su Facebook e Instagram). Grazie a questi strumenti gli artigiani in Italia e nel resto dell’Europa potranno rimanere aggiornati circa i programmi promossi dal progetto e le opportunità. In particolare i bandi Crafting Business e iAtelier.  Partecipando ai  Bandi Crafting Business gli artigiani potranno seguire aggiornamenti professionali, attraverso webinar tenuti da esperti, volti a rafforzare e sviluppare l’impresa.  I bandi  iAtelier sono invece costruiti per favorire la contaminazione tra artigiani e nuove figure di designer e maker per arricchire le produzioni dell’artigianato artistico e tradizionale di elementi contemporanei.

Uno degli obiettivi di Crafting Europe è anche quello di promuovere indagini e ricerche per valutare l’impatto e il valore economico del settore dell’artigianato artistico e tradizionale europeo. Le ricerche e le indagini condotte saranno poi liberamente consultabili nel sito www.craftingeurope.com.

Molti ed interessanti saranno gli eventi promossi dal progetto Crafting Europe in Italia e nelle altre sedi europee : workshop, seminari, incontri di condivisione delle esperienze, residenze per artigiani. A conclusione del programma, nel 2022, sarà organizzato un evento espositivo durante la settimana del design olandese “Dutch Design Week” a Eindhoven.

Il progetto Crafting Europe ha durata pluriennale, coinvolge nove paesi ed è promosso in partnership con:

 

Per maggiori informazioni:

https://www.craftingeurope.com/

Crafting Europe- @craftingeurope su Facebook e Instagram

 

Contatti:

Artex Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana

artex@artex.firenze.it

50124 Firenze.

artex@artex.firenze.it

Tel. +39 055 570627

Fax +39 055 57209

www.artex.firenze.it

Fino al 3 luglio sarà possibile consegnare le risposte al questionario post Covid 19

E’ stata prorogata al 3 luglio la scadenza per la consegna delle risposte al questionario post Covid 19 di Artex.

Si tratta di uno strumento messo a punto per le imprese dell’artigianato artistico, per raccogliere informazioni e proposte.

L’emergenza Covid 19 ha mutato profondamente, in modo spesso drammatico, la vita e il lavoro di tanti imprenditori, a iniziare dalle micro, piccole e medie imprese che, del sistema produttivo italiano, sono il fulcro vitale.
In coincidenza con l’avvio della Fase 2, abbiamo messo a punto un questionario, rivolto in modo specifico alle aziende del settore artistico e tradizionale, per due obiettivi specifici:
– avere un quadro puntuale su quanto stia realmente accadendo alle aziende del settore e su come stiano facendo fronte all’emergenza Covid;
– raccogliere indicazioni sulle soluzioni ritenute più utili per accelerare e rafforzare la ripartenza. Quello che sottoponiamo è un questionario piuttosto breve (serviranno circa 15 minuti per completarlo) grazie al quale le aziende del settore artistico e tradizionale potranno fornirci una fotografia della realtà che stanno vivendo e, cosa importantissima, metterci a conoscenza delle loro necessità, contribuendo così a gettare le basi per future e concrete iniziative a sostegno del settore.
Riportiamo di seguito il link per la compilazione del questionario online, segnalando che è del tutto anonimo ed i relativi dati personali verranno rigorosamente trattati nel rispetto delle disposizioni legislative previste dal Reg.to UE 2016/679 in tema di obblighi di riservatezza.
Vai al questionario online:
https://tinyurl.com/questionario-covid-artex

Alleghiamo anche una versione del questionario in formato word. Il questionario dovrà essere inviato ad Artex artex@artex.firenze.it
entro il 3 luglio 2020.
Scarica il questionario in formato word
Per tutte le info:
Artex 055- 570627 Costanza Materassi 055-0604579 c.materassi@artex.firenze.it

Coronavirus. Come ripartire? Un questionario per raccogliere le proposte delle imprese

Artigianato Artistico e Tradizionale: come ripartire?
Artex ha messo a punto un questionario per raccogliere necessità e proposte delle imprese toscane del settore.

L’emergenza Covid 19 ha mutato profondamente, in modo spesso drammatico, la vita e il lavoro di tanti imprenditori, a iniziare dalle micro, piccole e medie imprese che, del sistema produttivo italiano, sono il fulcro vitale.
In coincidenza con l’avvio della Fase 2, abbiamo messo a punto un questionario, rivolto in modo specifico alle aziende del settore artistico e tradizionale, per due obiettivi specifici:
– avere un quadro puntuale su quanto stia realmente accadendo alle aziende del settore e su come stiano facendo fronte all’emergenza Covid;
– raccogliere indicazioni sulle soluzioni ritenute più utili per accelerare e rafforzare la ripartenza. Quello che sottoponiamo è un questionario piuttosto breve (serviranno circa 15 minuti per completarlo) grazie al quale le aziende del settore artistico e tradizionale potranno fornirci una fotografia della realtà che stanno vivendo e, cosa importantissima, metterci a conoscenza delle loro necessità, contribuendo così a gettare le basi per future e concrete iniziative a sostegno del settore.
Riportiamo di seguito il link per la compilazione del questionario online, segnalando che è del tutto anonimo ed i relativi dati personali verranno rigorosamente trattati nel rispetto delle disposizioni legislative previste dal Reg.to UE 2016/679 in tema di obblighi di riservatezza.
Vai al questionario online:
https://tinyurl.com/questionario-covid-artex

Alleghiamo anche una versione del questionario in formato word, laddove facilitasse la
compilazione del medesimo. Il questionario dovrà essere inviato ad Artex artex@artex.firenze.it
entro Martedì 23 Giugno 2020
Scarica il questionario in formato word
Per tutte le info:
Artex 055- 570627 Costanza Materassi 055-0604579 c.materassi@artex.firenze.it

L’appello di Artex per il settore dell’artigianato artistico

“Di fronte alla crisi causata dall’emergenza Coronavirus purtroppo si prevede la chiusura di un 30% di imprese artigiane- spiega Giovanni Lamioni, presidente di Artex, il centro per l’artigianato artistico e tradizionale della Toscana. Artex fa un appello ai consumatori affinché acquistino prodotti unici, di qualità, legati al territorio per sostenere questo importante settore.

L’universo dell’artigianato artistico è costituito da circa 20 mila imprese toscane che nel loro complesso impiegano oltre 100 mila addetti. Si tratta di un settore di eccellenza, che riunisce imprese che da sempre rappresentano le identità, le tradizioni e la cultura del nostro Paese. Per questo occorrono strategie specifiche a tutela e per il rilancio di questo settore.

Le maschere realizzate dai maestri artigiani toscani al Museo Marino Marini di Firenze

Fino al 30 dicembre 2019 sarà possibile ammirare al Museo Marino Marini di Firenze le creazioni dei Maestri Artigiani toscani esposte nella mostra Nephilim dell’artista Yuval Avital. Un percorso sonoro ed artistico immersivo nella cripta del Museo, con le maschere realizzate da 24 artigiani in collaborazione con l’artista. Molti e diversi i materiali impiegati per la creazione delle maschere; alcuni tipici della tradizione toscana come marmo, ceramica, cartapesta, alabastro. Gli artigiani sono stati selezionati da Artex e da OMA-Osservatorio dei Mestieri d’Arte. Orari di apertura: sabato, domenica e lunedi’ dalle 10 alle 19.

INAUGURAZIONE Giovedi’ 3 Ottobre ORE 18

MUSEO MARINO MARINI DI FIRENZE

Piazza S.Pancrazio. Firenze.

Tel: 055.219431 info@museomarinomarini.it  www.museomarinomarini.it

A Villa La Petraia un corso per l’artigianato artistico del legno e gesso

Un corso per tecnico dell’ideazione, disegno e progettazione di manufatti di artigianato artistico in legno e gesso. E’ questo Prom_Art, il percorso formativo che avrà sede a Villa La Petraia a Castello (Fi). E’ organizzato da Ambiente Impresa, in partenariato con Confartis, Scuole Professionale edile e Cpt di Firenze. Durante il corso gli allievi potranno realizzare il loro prototipo, che hanno pensato e progettato ed essere seguiti come docenti dai più importanti artigiani fiorentini. Una opportunità unica nell’artigianato artistico. Il corso è gratuito con frequenza obbligatoria. Scadenza per le iscrizioni l’11 ottobre 2019. Clicca qui per le info e per scaricare la domanda di iscrizione.

Per informazioni:
Ambiente Impresa srl. Via di Villa Demidoff, 48/50. 50127 Firenze.

Tel. 055/33976201 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00. Tel. 055-33976210 e tel. 055-33976201, mail: pmeloni@ambienteimpresa.net

Iscrizioni prorogate per il corso per tecnico del marketing per l’artigianato artistico

Sarà possibile iscriversi entro il 17 settembre al corso professionalizzante per tecnico del marketing per l’artigianato artistico e tradizionale che si terrà a Firenze.  Il corso si chiama Polimnia ed è gratuito perché finanziato con le risorse del POR FSE 2014-2020 nell’ambito del progetto “Giovanisi” della Regione Toscana ( www.giovanisi.it). Il corso, a frequenza obbligatoria, avrà una durata di 350 ore suddivise in 200 ore in aula e 150 ore di stage in azienda. Si svolgerà presso Confartis Srl via Empoli 27/29 – 50100 Firenze () Tra gli insegnamenti : analisi di mercato, marketing, marketing internazionale, comunicazione persuasiva, inglese per la gestione del front office.  Per maggiori informazioni cliccare qui   e comunque scrivere a formazione@confartigianatofirenze.it o chiamare il numero 055732691.

Al via le iscrizioni al corso per designer di costumi per il cinema e lo spettacolo a Prato

Sarà possibile fino al 9 settembre iscriversi a “La Stoffa dei Sogni”, la bottega di Alta Specializzazione in costumi per il cinema, la tv e lo spettacolo che si svolgerà a Prato. Si tratta di un laboratorio didattico a pagamento in cui sarà possibile lavorare a fianco di grandi maestri costumisti ed artigiani, approfondendo la storia del costume attraverso lo studio delle arti applicate.

Il coordinamento scientifico e la conduzione del corso è curato dai pluripremiati costumisti italiani: Gabriella Pescucci (Premio Oscar per il film L’età dell’innocenza, di Martin Scorsese), Carlo Poggioli e Alessandro Lai.

Il corso è organizzato dal PIN Polo Universitario di Prato, da Manifatture Digitali Cinema (MDC) e da L’Associazione Italiana Scenografi, Costumisti e Arredatori (ASC). Per informazioni sul corso e i suoi costi visitare il sito www.thefabricofdreams.it.

La prima edizione de l corso è dedicata al costume italiano nel Cinquecento. Le attività laboratoriali si svolgeranno per un totale di 500 ore d’apprendimento, che comprenderanno visite ai musei, alle sartorie e alle aziende. I 10 partecipanti più meritevoli, saranno premiati con la frequenza di un mese “premium” di ulteriore approfondimento. Le lezioni del corso sono suddivise in tre aree tematiche: Conoscenza, Laboratorio, Giacimenti. I contenuti di Conoscenza sono lezioni che vanno ad approfondire la Storia del costume / Storia del tessuto / Il costume e la moda nel cinema / Gioielli e accessori. I contenuti di Laboratorio si riferiscono alla parte pratica: taglio e fogge storiche del ‘500 / Sartoria / Disegno a mano e digitale / Gestione del progetto e del reparto. I contenuti di Giacimenti si riferiscono ai modelli dai quali prendere ispirazione, custoditi nei musei d’arte, di moda e costume / Nel patrimonio produttivo delle aziende artigianali e tessili  e delle più famose sartorie. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione a chi frequenterà almeno il 70% delle ore didattiche. La Bottega si svolgerà per 3 mesi (dal 16 settembre al 13 dicembre 2019), per 5 giorni a settimana, con un orario a tempo pieno. Il corso si svolgerà presso Manifatture Digitali Cinema, Prato – Vicolo Dolce De’ Mazzamuti 1 .

Per scaricare il bando con le informazioni e le modalità di iscrizione cliccare qui https://thefabricofdreams.it/wp-content/uploads/2019/06/Bando_la_stoffa_dei_sogni_2019.pdf

Per informazioni sulla candidatura, costi, organizzazione generale, contenuti del corso, logistica:
info@manifatturedigitalicinema.it
sms o whatsup +39 3666535291
Per informazioni su voucher, pagamenti, amministrazione:
alta.formazione@pin.unifi.it
tel +39 0574602537